Altre amenità
Che c'Ŕ de strano?
Stupidario
I colmi
Le differenze
Che cosa fÓ...
Quesiti
Definizioni
Le email
HOT File
Immagini Hot
I PPS Hot
Cartoons Hot
Le GIF Hot
 
 
A cazzeggiare sul sito siamo in:  35
Condividi su Facebook
Invia una cartolina divertente ad un tuo amico!Invia una cartolina con una foto simpatica ai tuoi amici!
Gli AMICI di Ridiamocis¨
Clicca qui e imposta RIDIAMOCISU' come pagina iniziale !Imposta Ridiamocis¨ come pagina iniziale
Aggiungi questo sito tra i tuoi preferiti !Aggiungi ai preferiti!
 Invia questo link ad un amico Segnala questo sito ad un amico!
 Invia questo link ad un amico SCRIVICI
Stampa questa paginaVersione stampabile
 Mappa del sito
Sito ottimizzato x

Ris. 1024x768
Ci avete visitato in:

Torna al men¨

UN UOMO PER MODO DI DIRE

Publicato il: 17/12/2006

ERA UN UOMO TUTTO D'UN PEZZO, AVEVA LA TESTA SULLE SPALLE, CAMMINAVA SULLE SUE GAMBE, MA LO FACEVA COI PIEDI DI PIOMBO, E PER QUESTO NON FACEVA MAI IL PASSO PIU' LUNGO DELLA GAMBA.

ERA UN UOMO DI POLSO, MA POI GLI CADDERO LE BRACCIA PERCHE' ALZO' IL GOMITO SUL FILO DEL RASOIO AVENDO GLI OCCHI FUORI DALLE ORBITE.

AVEVA LE ORECCHIE FODERATE DI PROSCIUTTO, E PER QUESTO FACEVA ORECCHIE DA MERCANTE.

AVENDO POI LE MANI BUCATE, IL GIORNO CHE FECE LA MANO MORTA DIEDE UN DITO MA GLI PRESERO IL BRACCIO.

UN GIORNO, ALZANDO I TACCHI, SI DIEDE LA ZAPPA SUI PIEDI,MA, SICCOME ERA CON UN PIEDE IN DUE SCARPE, PRESE PIEDE COL PIEDE SBAGLIATO E SI TROVO'CON UN PIEDE IN TESTA ED UNO IN FALLO, QUINDI LI BUTTO' E RIMASE A PIEDE LIBERO,MA GLI TAGLIARONO LE GAMBE, ED ALLORA FUGGI' A GAMBE LEVATE.

AVEVA UN DIAVOLO PER CAPELLO, I GRILLI PER LA TESTA, LA MOSCA AL NASO, IL VITINO DI VESPA, LE ZAMPE DI GALLINA E LA PELLE D'OCA. IN PIU' AVEVA UNA FEBBRE DA CAVALLO,PIANGEVA LACRIME DI COCCODRILLO, E, CON LA GRAZIA DI UN ELEFANTE, QUEL FIGLIO DI UN CANE FACEVA IL SALTO DELLA QUAGLIA CON UNA SERPE IN SENO SPUTANDO IL ROSPO SU QUELLO CHE FACEVA IL PAPPAGALLO PRENDENDO UNA PAPERA A PESCI IN FACCIA PERCHE' ANDAVA A LETTO CON LE GALLINE.

UN GIORNO TIRO' FUORI LE UNGHIE TRA CAPO E COLLO, SI MANGIO' IL FEGATO CON IL CUORE IN GOLA, E GLI CREBBE IL PELO SULLO STOMACO, ANCHE SE NON AVEVA PELI SULLA LINGUA.

MA POI GLIELA FECERO SOTTO AL NASO E LUI, CON LA PUZZA SOTTO AL NASO, STAVA CON LA BOCCA CUCITA E A DENTI STRETTI, MA AVEVA IL DENTE AVVELENATO, PERCIO' PERSE LA TESTA TRA LE NUVOLE E MORI'.

di A. Covatta
Torna al men¨

- Mandaci anche la tua  Invio barzellette clikka qui

 
 
HOME | BARZELLETTE | IMMAGINI | VIDEO | PPS | VIGNETTE | AUDIO | FILE VARI | SMS | SCHERZETTI | GIOCHETTI | ANIMAZIONI | STRANEZZE | EMAIL
 
.: Avvertenze-Disclaimer :. -- webmaster & design : P@olo M. -- Copyright © -- MMI - MMXIII Powered by  
Un provider serio e funzionale :Lnet - Se te serve.....