Altre amenità
Che c'è de strano?
Stupidario
I colmi
Le differenze
Che cosa fà...
Quesiti
Definizioni
Le email
HOT File
Immagini Hot
I PPS Hot
Cartoons Hot
Le GIF Hot
 
 
A cazzeggiare sul sito siamo in:  19
Condividi su Facebook
Invia una cartolina divertente ad un tuo amico!Invia una cartolina con una foto simpatica ai tuoi amici!
Gli AMICI di Ridiamocisù
Clicca qui e imposta RIDIAMOCISU' come pagina iniziale !Imposta Ridiamocisù come pagina iniziale
Aggiungi questo sito tra i tuoi preferiti !Aggiungi ai preferiti!
 Invia questo link ad un amico Segnala questo sito ad un amico!
 Invia questo link ad un amico SCRIVICI
Stampa questa paginaVersione stampabile
 Mappa del sito
Sito ottimizzato x

Ris. 1024x768
Ci avete visitato in:

Torna al menù

LA VERA STORIA DI BABBO NATALE

Publicato il: 23/12/2004

Nella piangente cittadina di Lacrimacristi , una scultoresca località a Nord del Sud-Ovest ma anche a Sud del Nord-Est (credo di aver perso la bussola!!), viveva un giovane di 94 anni, con gli occhi azzurri , i capelli biondi, le labbra grandi, le lunghe ciglia, il glande...freddo!!

Il giovane si chiamava di nome Giacomo Maria Enrico Pierluca Francofranchieciccioingrassia e di cognome Rossi.

Vista la difficoltà del suo cognome, la gente lo chiamava semplicemente Giacomo Maria Enrico Pierluca Francofranchieciccioingrassia.

Il padre ( un vecchio di 18 anni coi capelli bianchi, la pancia prominente, il viso rugoso, le labbra grandi, le lunghe ciglia e il piccolo...chimico!!) viveva con lui in uno stereo-intercity, ottenuto migliorando il loro vecchio mono-locale!!

I due non si incontravano molto, perchè il vecchio passava quasi tutto il suo tempo in ufficio, un'agenzia per la tramutazione delle renne in camorristi napoletani.

Ma ormai il lavoro era un po' in crisi, perché molte delle renne tramutate si pentivano, causando grandi scompensi all'organizzazione.

Alla veneranda età di 6 anni e mezzo, il vecchio tirò le cuoia lasciando tutta la baracca al ragazzo, che ormai aveva i suoi 81 .

Ma il piccolo aveva sempre odiato le renne, in particolare quelle usate per divenire camorristi, e pertanto sabotò le macchine trasformatrici.

Da quel giorno, tutte le renne che entravano in agenzia uscivano commissari di polizia, arrestando pertanto tutti i camorristi, finchè ( poiché prevenire è meglio che curare ) cominciarono ad arrestare le stesse renne, cioè ad arrestarsi da soli.

La renna correva così il rischio dell'estinzione....e fu così che Giacomo Maria Enrico Pierluca Francofrachieciccioingrassia decise di corromperne alcune per fuggire con loro su una slitta..ma ci riuscì solo con sei, anziché con le previste 15, rischiando l'arresto per corruzione di meno renne!!

Cominciò così a vagare per il mondo saccheggiando negozi di giocattoli e fuggendo con la sua slitta....quando si accorse di avere la refurtiva da piazzare, e decise , su consiglio del signor Bistefani (industriale leghista), di farsi chiamare Babbo Natale, e di distribuire i giocattoli a chiunque ne avesse fatto regolare domanda in carta semplice.

Di A. Covatta
Torna al menù

- Mandaci anche la tua  Invio barzellette clikka qui

 
 
HOME | BARZELLETTE | IMMAGINI | VIDEO | PPS | VIGNETTE | AUDIO | FILE VARI | SMS | SCHERZETTI | GIOCHETTI | ANIMAZIONI | STRANEZZE | EMAIL
 
.: Avvertenze-Disclaimer :. -- webmaster & design : P@olo M. -- Copyright © -- MMI - MMXIII Powered by  
Un provider serio e funzionale :Lnet - Se te serve.....